Salta nell’aula consiliare l’esame della mozione sulla scuola Federico Caffè

Nulla di fatto nell’afoso pomeriggio romano per la mozione presentata dal consigliere di S.I. Stefano Fassina sul futuro, ma anche sullo stato attuale delle cose, dell’istituto Federico Caffè. La mozione non é arrivata neanche al dibattito, grazie al taglia-mozioni ex articolo 49 (meccanismo del tutto regolare, parente stretto dei vari canguri e taglia emendamenti in auge nelle Camere) . La maggioranza pentastellata vi ha fatto ricorso a sera, dopo una serie di votazioni su altre mozioni, per lo più della maggioranza stessa, grande protagonista l’ ex presidente della commissione mobilità Stefàno dimessosi nei mesi scorsi perchè passato a un incarico più importante. Centro destra praticamente assente, pd presente anche se non al completo, pubblico di pochi affezionati, spiccava la delegazione del comitato Beni comuni. In un clima prevacanziero poco prima della fine della seduta la maggioranza ha deciso di finirla lì. Sta per iniziare la sessione di bilancio, ma restano un paio di sedute utili. Resta da capire se la mozione di Fassina sarà ri-calendarizzata o slitterà ulteriormente, in questo caso probabilmente a settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.