Rifiuti, Comune e Regione litigano e si scambiano accuse .Raggi ora cerca siti all’estero

Rovente come questi giorni e ingombrante come i cumuli intorno ai cassonetti la polemica fra Zingaretti e la Raggi occupa le cronache locali e nazionali. La Regione manda avanti l’assessore di compdetenza, Valeriani, per far sapere che la sindaca sapeva che alcuni siti- in particolare la Rida- non sarebbero stati disponibili prima di lunedì. La Raggi, non avendo un assessore perché la Giunta non ha ancora nominato il successore della Montanari dimessasi a febbraio in polemica sul bilancio, deve scendere in campo direttamente e lo fa visitando con tanto di video i siti sul territorio che l’ ordinanza di Zingaretti metteva a disposizione e accusando la Regione di aver mentito. Però che non si possa andrae avanti così è chiaro anche a lei.Infatti a margine di una cerimonia di inaugurazione , dichiara che si sta pensando di inviare la spazzatura all’estero, sono in corso trattative con socidetà bulgare e svedesi. Nell’ immediato, Ama- che la sindaca ringrazia- ha cominciato a ripulire le aree intorno a ospedali e scuole. Per il resto ci vorrà tempo, e intanto la presidente di Ama, Luisa Melara, invita a produrre meno spazzatura, e nel caso tenersela finchè la situazione non migliora. Oggi pomeriggio riunione tra i tecnici di regione e comune e Ama, domani invece si troveranno allo stesso tavolo il Ministro dell’ambiente Costa, Zingaretti e la stessa Raggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.