No alla chiusura, il mercato di piazza San Giovanni di Dio deve essere stabile e sicuro

Il consiglio municipale straordinario convocato su richiesta del partito democratico si conclude con un ordine del giorno presentato dal partito democratico e approvato con 17 sì, nessun no e due astensioni. E’ talmente generico che possiamo votarlo anche noi, annuncia nelle dichiarazioni di voto il capogruppo della maggioranza a cinque stelle. Non proprio, visto che una delle astensioni é grillina. In ogni caso, il “generico” ordine del giorno riassume alcuni avvenimenti recenti, in particolare: articoli di stampa non smentiti in cui si paventa la chiusura dell’intera struttura. Nel dibattito, animato anche dai diversi operatori del mercato presenti tra il pubblico, in realtà si parla anche di un recente intervento della Asl ma, assicura l’assessore al commercio, questi avvenimenti non hanno niente a che fare con il bando di progettazione del primo intervento nel mercato per 5 milioni di euro che il municipio ha ottenuto da Roma capitale, bando che partirà, assicura, Rossi, entro fine anno. Infine passa l’odg del partito democratico, che impegna la presidente e la giunta del municipio “a porre in essere tutti gli atti necessari per garantire la fruibilità e sicurezza del mercato ” e “a sollecitare le strutture dipartimentali per concludere in tempi certi gli iter necessari per la progettazione e realizzazione della nuova opera”. I proprietari dei banchi che hanno seguito il dibattito lasciano l’aula, non capisco se più delusi, scettici o scoraggiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.