“Monteverde é un quartiere tranquillo”. Ma gli abitanti chiedono più sicurezza

“Monteverde é un quartiere tranquillo” mi dice il responsabile del comando dei carabinieri senza infastidirsi per la mia insistenza.Cerco dati e statistiche ufficiali che- mi ripetono anche i ‘cugini’ della questura- non posso avere , per motivi diversi. C’é la privacy, a tutela e garanzia di chi ha sporto denuncia e potrebbe subìre ritorsioni. C’é la terrificante trafila burocratica, con i tempi biblici e la risposta incerta, e c’é la probabilità che non esistano dati disaggregati per quartiere. Non resta che affidarsi alla percezione di chi a Monteverde vecchio e nuovo vive, lavora o é in pensione. E la percezione tutto sommato coincide. Non sarà più il salotto di Roma, come nei decenni scorsi, ma raramente il quartiere gianicolense finisce sotto i riflettori della cronaca nera. Che mafia capitale abbia allungato i tentacoli fino al nostro quartiere é forse più di un’ipotesi al momento di competenza di inquirenti e giudici. Quello che preoccupa immediatamente e giorno per giorno é invece la microcriminalità, autoctona o in movimento da altri quartieri della città. Di sicuro allarmano gli scippi, questi sì relativamente frequenti e particolarmente pericolosi quando prendono di mira gli anziani, che a Monteverde sono numerosi. Vittima illustre, Dacia Maraini l’anno scorso nei pressi del Teatro Vascello. Distribuito tra Monteverde vecchio e nuovo é anche lo strappo della catenina, vittime preferite ovviamente le donne senza troppe distinzioni di età, mentre i furti soprattutto in farmacie e gioiellerie stando alla stampa sono più frequenti a monteverde nuovo.

Ha suscitato molto allarme nei mesi scorsi un’ondata di furti negli appartamenti, ladri acrobati in azione in diverse zone del quartiere.

Un discorso a parte riguarda Villa Pamphilj- con le ripetute denunce dell’associazione omonima- e gli spazi abbandonati dell’ex ospedale Forlanini, diventato rifugio di disperati e drogati. In attesa di una riqualificazione sempre promessa, anche la caserma dei carabinieri poco può fare in una situazione fuori controllo da tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.