La protesta della Valle Galeria arriva in Campidoglio e chiede ancora di essere ascoltata

Di nuovo la mobilitazione, ma la speranza di avere udienza diventa mano a mano più flebile. I cittadini tornano in piazza e contemporaneamente -si ha l’impressione- gli amministratori si chiudono negli uffici. Senza dare risposte o almeno qualche indicazione. Nessun segnale dalla sindaca barricata dietro la scelta di Monte Carnevale come discarica cittadina e impegnata- si può immaginare – a (dis)caricare la responsabilità sull’avversario politico- a livello regionale- e segretario del Pd Zingaretti. Con la complicazione, chiamiamola così, di avere la contestazione dentro casa visto che la maggioranza della maggioranza a 5 stelle non vuol sentir parlare di discariche.

Raggi finora ha evitato il confronto in aula, anche per questo cadrà probabilmente nel vuoto la richiesta del comitato Valle Galeria libera di un Consiglio straordinario. Passata o quasi l’emergenza rifiuti sui marciapiedi , si torna insomma al solito garbuglio e anche il municipio XII a maggioranza pentastellata come il Comune- su cui insiste quasi tutta la valle – cerca un modo per farsi sentire, In commissione trasparenza si discute di spazzamento delle strade e della raccolta carta ancora deficitaria, ma il tema vero diventa subito la discarica. Indispensabile o no? E dove eventualmente?

Il consigliere del Pd Marinone, al tavolo il presidente Rossi e l’assessora Terribili
Il presidente del Consiglio del municipio Massimo Di Camillo,

Intanto adeguiamo e ricollochiamo i cassonetti, ma serve una programmazione a 18 mesi, prova a guardare lontano il consigliere del pd Marinone. Fa rumore ma non stupisce l’annuncio del presidente del Consiglio municipale Di Camillo, grillino doc: sarà in piazza anche lui a manifestare contro la delibera della sindaca grillina.

Tra un paradosso e l’altro, é il presidente del comitato di quartiere Monteverdevecchio 4 venti a chiedere le dimissioni dell’assessora all’ambiente Terribili e un piano strategico per la gestione dei rifiuti . Il tutto nella totale di assenza di Ama, che pure era stata invitata. Il fatto é che il resposabile municipale del settore é andato in pensione e l’azienda non ne ha ancora indicato il sostituto. Insomma, siamo senza responsabil… E non é un errore di stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.