CONTAGIATO

di Vincenzo Valentino

Ebbene sì, m’ha beccato!

Lo credevo un pericolo scampato

Vai a capire come è stato.

Mi sarò toccato?

Può esser stata un’infreddata,

o la polvere sottile della strada?

Oppure uno studente già infettato

si è approssimato col suo fiato

e il virus mi ha passato?

Dopo che il generale l’ha ordinato

per tre volte mi sono vaccinato.

Quando i russi hanno attaccato

non se n’era più parlato,

sembrava che l’avessero annientato.

E così per un decamerone

il letto e la poltrona

saranno la mia zona.

Lì mi sono acquartierato,

e lì trascorro la giornata,

intendermi può chi l’ha provata.

Spero non sia una degenza complicata,

che al varcar del guado

sarò perfettamente in grado

di continuare ‘sta puntata.

Perciò il mio non è un commiato

e anche se in questa congiuntura

la prova sarà dura

è un conforto per me l’esser curato.

2 thoughts on “CONTAGIATO

  • 12 Marzo 2022 in 13:04
    Permalink

    Attendevamo di capire se anche nella attuale quarantena ti fossi portato la vena poetica. Lo spirito è quello giusto, caro Vincenzo

    Risposta
  • 12 Marzo 2022 in 19:28
    Permalink

    Complimenti…. Un bel modo per spiegare questo malessere! 👍

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.