Alessandro Galletti

  • Quali sono i tre punti qualificanti del tuo programma?

Parto dal presupposto che i punti del mio programma sono la diretta continuazione del lavoro fatto negli ultimi anni dalla nostra giunta.

Sicuramente un punto fondamentale è il mercato San Giovanni di Dio, per il quale già c’è un bando aggiudicato e abbiamo ottenuto 5 milioni di euro. Posso affermare che lo realizzeremo.

Un altro punto importante e su cui abbiamo investito moltissimo in questi anni è la manutenzione delle scuole, soggette ad un incuria di decenni. Siamo passati dai lavori in emergenza ad una programmazione di interventi ordinari e straordinari. Dunque il mio impegno per i prossimi anni sarà seguire passo passo la pianificazione già in atto per completare la messa in sicurezza

degli edifici scolastici e gli interventi per avere scuole sicure, ma anche decorose.

Ancora un obiettivo significativo è l’acquisto di una nuova struttura per il Municipio con immenso risparmio di soldi pubblici dato che da anni viene pagato un affitto di oltre 700.000 euro annui. E siamo anche qui già un passo avanti poichè ad oggi nel bilancio capitolino sono stati stanziati 32.000.000 di euro circa per l’acquisto di una nuova sede da parte del Dipartimento Patrimonio. Questo è stato possibile grazie allo studio condotto dai tecnici del Municipio in relazione a necessità e fattibilità.

  • Dei tre punti indicati da dove cominceresti?

Su questi punti, così come su altri non citati, siamo impegnati costantemente da tempo e con grandi risultati, quindi continueremo il lavoro su tutti i fronti con la stessa determinazione di sempre e con la soddisfazione data dagli obiettivi raggiunti man mano.

  • I municipi oggi hanno sufficiente autonomia decisionale e poteri di spesa autonomi per intervenire nel governo del territorio di competenza?

Purtroppo per quanto riguarda i rifiuti per esempio, che è un argomento molto sentito, il municipio non ha competenza, se non per il piano cassonetti. Anche riguardo alla discarica di Valle Galeria, seppur non di diretta competenza del municipio, la mia promessa ai cittadini sarà sempre da parte mia un chiaro NO alla riapertura.

I poteri di spesa sono strettamente legati alla disponibilità di fondi e il nostro municipio, grazie ad un importante lavoro della giunta in questi anni, ha stanziati per le opere pubbliche per i prossimi anni per un totale di ottanta milioni di euro, un bel risultato se pensiamo che siamo passati da cinque milione quando amministravano quelli bravi e competenti.

  • Perché gli elettori dovrebbero votarti?

Continuare a cambiare il nostro municipio e la nostra città è l’obbiettivo che ci siamo prefissati. Sapevamo che sarebbe stata dura ma con la passione e determinazione ci stiamo riuscendo. Dal primo giorno che sono entrato nel Movimento sento ripetere il ritornello non siete capaci…poi però guardo i fatti concreti e trovo cantieri ovunque bilanci sistemati ditte che ricevono soldi nei tempi prestabiliti. Gare che seguono il giusto iter amministrativo. I vecchi partiti pensavo si aver risolto i loro problemi indicando le strade sporche come causa di tutti i mali. Sicuramente si interverrà per rendere la nostra città sempre più pulita ma secondo me niente è paragonabile alla montagna di debiti lasciata dai stessi soggetti che oggi ci fanno la morale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.