‘Settembre, la scuola riprende, come farà nessuno intende’

di Vincenzo Valentino, docente dell’ISS Federico Caffè

Lettrici e lettori,

studenti e genitori,

laici, reverendi e miscredenti

politici, presidi e docenti

trascorse le vacanze,

eccoci a settembre,

la scuola riapre i battenti,

come farà nessuno intende.

Tra speranze e isolamenti

tra errori e reprimende,

tra no vax incompetenti,

pur quest’anno essa riprende.

Una cosa si comprende,

il virus non si arrende,

tutto il resto ci sorprende.

Preoccupati siamo in tanti

gli infettati van crescendo

la situazione è allarmante

gli annunci fioccano frequenti

eppur bisogna andare avanti

e star lontani dalle varianti.

Il generale l’ha dichiarato,

tutto il popolo è avvisato,

più di mezzo si è salvato.

A docenti e ata

il green pass è controllato

a ogni entrata,

è sospeso chi non è certificato.

Gli studenti nei bus intasati

viaggiano accalcati

ma in aula sono mascherati

e un metro distanziati.

In tempo di dati e di confronti,

tra tante opinioni divergenti

resta un rovello nelle menti

che gocciola sudore dalle fronti

stiamo sempre molto attenti

tra proclami piroette e girotondi

evitiamo di fare i deficienti,

perché il virus, se prende, non fa sconti.

Vincenzo Valentino,  settembre 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.