Non solo dolci e panini, a largo Ravizza il piacere di ritrovarsi insieme in uno spazio da tutelare

di Elena Pierro

Non solo cibo di strada.
E non solo patatine, birra e hamburgher come promesso nella locandina. L’ offerta è ricca e il flusso di persone continuo, ad iniziare dall’ora di pranzo,e nel pomeriggio con le ciambelle fritte ,i dolci e lo zucchero filato per i più piccoli, fino a mezzanotte con gli ultimi’sfizi’e l ‘ ultima birra.. e che importa se piove? Che sia un successo sembra incontestabile d’ altronde la formula era ben consolidata per le esperienze precedenti in altri quartieri della città
e adesso che la quattro giorni del gusto sta chiudendo mi rendo conto che forse ci eravamo abituati tutti a quella presenza animata e colorata
Siamo in quel che resta del giardino di una antica villa seicentesca (inglobata poi nell’attuale scuola Oberdan) e gli stand si dispongono a cerchio nello spazio che ruota intorno alla fontana con i delfini e il richiamo al villaggio,alla piazza del paese è immediato ed è¨ una piacevole sorpresa, forse frutto di una semplicità  studiata.


Ma la magia arriva con il calare della sera quando catene di lampadine si accendono lungo la recinzione del giardino e fanno cerchio intorno alla fontana.Due grandi globi si illuminano di colori cangianti e le giostre prendono vita
E così ci si accorge che anche la nostra piccola oasi di verde può essere bella ,che è¨ bello viverla tutti insieme,ma tutti davvero ,perchè ora il nostro quartiere sta diventando sempre più multietnico e i bambini anche in questo sono speciali. Magari li trovi sognare davanti ai palloncini colorati o a fare il tifo davanti al mangiafuoco o all uomo che fa le bolle giganti ma non senza essere prima riusciti strappare soprattutto le mamme dall’ angolo dei giochi attrezzati per trascinarle divertite a vedere lo spettacolo degli artisti di strada ..o ancora meglio a farsi comperare lo zucchero filato.


Ma domani sarà  un altro giorno ed è forte il desiderio di prolungare gli aspetti positivi di questa esperienza Le persone accorrono quando il ritrovarsi è piacevole, quindi dovremmo tenerci caro e prenderci a cuore ,tutti,questo nostro spazio comune , rispettandolo ed esigendone la cura ma anche la custodia…..che non ci debba ricascare addosso un… “Largo Ravizza”. . quello sulla Gianicolense prima del mercato…e niente più-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.