Molto resta da fare per ‘salvare’ la Valle dei Casali

Giuseppe Panuccio Comitato per l’Uso Pubblico della Valle dei Casali

Le foto che illustrano l’articolo sono tratte da valledeicasali.blogspot.com

Da qualche tempo c’è un certo allarme nella Valle dei Casali per lavori nell’ex tenuta di Villa York, comprata alcuni anni fa dai cinesi del Roma Lifestyle Hotel. La proprietà ha presentato un progetto ambientale di miglioramento agricolo- elaborato da un noto studio di ingegneristica- per attività agricole e per infrastrutture sportive – tra cui uno stadio per il calcio- nella valletta sotto l’edificio di Villa York- dove ospitare le squadre nazionali che già spesso frequentano l’albergo.
La costruzione dello stadio è stato bocciata dall’Ente Regionale RomaNatura che si occupa della gestione delle aree protette, in quanto stravolgerebbe l’orografia della valletta. Gli altri lavori continuano a norma di legge e con i carotaggi per verificare se ci sono resti archeologici sotto la sorveglianza della Sovrintendenza e di altri uffici comunali.

Dobbiamo ricordare che negli ultimi 70 anni l’edificio di Villa York è stato cannibalizzato, sono stati asportati via via mobili, arredi, porte, finestre, caminetti e scalini di marmo, qualsiasi cosa potesse avere qualche valore. Nella tenuta ex mezzadri e altri personaggi hanno occupato edifici minori che hanno ottenuto in proprietà con discutibili cause di usucapione.
Tutto ciò mentre la pubblica amministrazione e la cittadinanza assistevano indifferenti a saccheggi e distruzione..
La perdita dei 40 ettari di parco e della stessa Villa York è ormai ineluttabile: certo il quartiere ha perso la possibilità di avere un parco pubblico, ma i nuovi proprietari sottraggono Villa York al crollo e la tenuta all’abbandono. Inoltre in accordo con l’assessorato all’Ambiente del Municipio 12, stanno finalmente recuperando l’ex strada demaniale Via del Forte Bravetta, occupata da decenni da abusivi e sottratta all’uso pubblico.


Restano tuttavia importanti battaglie da fare per quel che resta della Riserva Naturale Valle dei Casali nel Municipio 12: la valorizzazione del Forte Bravetta e del suo parco, il recupero e l’apertura al pubblico dei terreni (circa 5 ettari) con grande casale di proprietà della ex Provincia di Roma occupati da oltre 10 anni da una famiglia di abusivi (già condannata in tribunale per tentata usucapione senza titolo) i due ettari con stadi, tribune, spogliatoi di un ex centro sportivo occupato e adesso abbandonato.
Possiamo anche citare il risanamento degli edifici del Buon Pastore e degli spettrali scheletri degli ex residence Roma di via di Bravetta ecc.
L’elenco di beni pubblici occupati/abbandonati non finisce qui, in effetti c’è molto da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.