Giochi di matematica e non solo alle Monteverdiadi

Benedetti ragazzini, sono tutti minorenni e per una sacrosanta legge a tutela le loro foto non sono pubbliche, neanche quella che riprende la squadra vincente, i sorrisi emozionati, la festa intorno. Ha vinto la scuola media Mario Lodi , con la squadra Armando, porta a casa un buono da 20 euro da spendere nel negozio che é tra gli sponsor. Dieci euro per la seconda classificata, la media Largo Oriani, buono da 10 euro per la squadra A caso. Un panino e un happy hour nei locali degli sponsor per la terza e quarta classificata a questa ottava edizione delle Monteverdiadi, rispettivamente la squadra mista pi greco Mario Lodi-Cardarelli e la scuola media Crivelli con la squadra I terremoti. Tutte le prime quattro squadre hanno totalizzato ciascuna più di 105 punti, sottolinea con soddisfazione il prof Claudio Marchesano, regista dell’evento oltre che titolare di un sito che mette a disposizione lezioni gratuite di matematica.

Stesso test per tutte le squadre, ciascuna di massimo 4 componenti, sparse per tutte le aule dell’istituto Federico Caffè ospite della manifestazione. Grande animazione su scale e corridoi, poi il silenzio per l’ora e mezzo concessa agli alunni- dalla prima alla terza media- per rispondere alle 24 domande del test. Chi scrive, da sempre capra in matematica, ascolta perplessa una prof della media Anna Micheli- scuola vincitrice in una delle passate edizioni- spiegare che la matematica può diventare gioco e divertimento se si cambia mentalità, e bisognerebbe farlo delle elementari, abituando gli alunni ad interrogarsi e a riflettere sul perchè e a che cosa serve, invece di imparare a memoria formule astruse perchè non assimilate.

La premiazione offre spazi anche alla poesia e alla musica. La band I pezzi di ricambio – ne fanno parte anche ragazzi disabili- diretta dal maestro Fabio Buccioli

spazia con brani musicali da Caparezza a Pino Daniele, ai Litfiba a Dalla e Venditti, emoziona quando una musicista in maschera mima una canzone. Grandi applausi anche per Giorgio Calcaterra, campione mondo della 100 km di corsa e monteverdino doc. Ai premiati, alle squadre, alla band, la maglietta di questa edizione delle Monteverdiadi con tanto di tabellina ad hoc.

Finisce con la foto d gruppo dei prof coinvolti e con la soddisfazione stampata nel sorriso di Marina Pacetti, preside dell’ istituto Federico Caffè, diventata anche lei da diverso tempo monteverdina doc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.