Galletti: ‘ecco perché non abbiamo fatto gli scivoli in alcuni tratti di Piazza Scotti’

E così Piazza Scotti torna agli onori delle pagine di un quotidiano nazionale, nella fattispecie le pagine romane del Corriere della sera, su cui Paolo Conti- lui stesso abitante a Monteverde- firma la rubrica Una città, mille domande. Titolo e prima posizione per la lettera di un abitante che vede da mesi la piazza interessata da lavori -pare- interminabili. Dovevano concludersi in autunno (anzi, la prova del nove per la nuova viabilità una volta abolita la rotatoria doveva essere proprio la riapertura delle scuole) poi é scattata la proroga con la promessa di smontare il cantiere entro fine anno) e ora siamo di nuovo nell’incertezza.

Si é detto e letto di tutto, in questi giorni, soprattutto a proposito degli scivoli per accedere alla piazza ripavimentata: che non fossero previsti nel progetto originario, che fossero finiti i soldi, e così via con le congetture. Chiamato per l’ennesima volta in causa, l’assessore Alessandro Galletti ha risposto per iscritto con un testo che pubblico integralmente.

Foto dal sito Urloweb.com

I lavori inizieranno dalla prima settimana di Marzo e riguarderanno il rialzo della strada a partire dall’autoscuola all’incrocio con via di Valtellina. Per questo non abbiamo fatto gli scivoli su quei tratti. Monteremo dei parapedonali intorno alla piazza mentre per l’area giochi bisognerà attendere ancora. Nel frattempo apriremo la piazza appena finito l’asfalto. Siamo partiti con la riqualifica dei marciapiedi nelle strade limitrofe e riqualificheremo anche l’asfalto di via di Monteverde

3 thoughts on “Galletti: ‘ecco perché non abbiamo fatto gli scivoli in alcuni tratti di Piazza Scotti’

  • 20 Febbraio 2021 in 09:48
    Permalink

    Quindi per tutti questi mesi persone disabili , mamme con carrozzine devono fare tutto il giro perché non si sono previsti percorsi alternativi in attesa della consegna della piazza, veramente una risposta fuori luogo.

    Risposta
  • 20 Febbraio 2021 in 19:49
    Permalink

    Quindi ora la nuova tecnica di costruzione delle strade e la eliminazione delle barriere architettoniche è cambiata!. Ci insegnarono che prima si costruiscono gli accessori,poi con il tappeto si rifornisce,ok,va bene ma è una gran caxxata!, chiaro?.

    Risposta
  • 21 Febbraio 2021 in 22:19
    Permalink

    Caro assessor, se lei fosse stato di Monteverde, sicuramente non avrebbe commisionato gli assurdi lavori a piazza Scotti. Non siete all altezza a livello urbanistico, di capire le necessita del nostro quartiere. Bloccate ogni iniziativa privata, con la scusa dell ambientalismo e del verde, e cercate l applauso con un progetto degno di denuncia. Go home

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.