Assemblea pubblica per il Forlanini Sanità pubblica, gratuita e universale

Mercoledì 1 Febbraio 2023 ore 17,30 Via Maurizio Quadrio n.23 (P.zza Rosolino Pilo zona Monteverde vecchio)

Dal 2015, il Coordinamento per il Forlanini bene comune si è dato come obiettivo fondamentale il recupero del complesso architettonico dell’ex ospedale e la sua riconversione in sintonia con la vocazione socio-sanitaria che da sempre lo ha caratterizzato, come storico polo di eccellenza per la cura delle malattie polmonari.

Da allora sono passati molti anni e , nonostante le numerose ipotesi di riutilizzo che la politica regionale ha avanzato, in vari modi: atti d’indirizzo, delibere, indagini conoscitive, un progetto organico sulla futura destinazione del Forlanini non ha mai visto la luce.
IL Coordinamento, dopo varie assemblee e manifestazioni pubbliche, ha sottoposto le richieste dei cittadini all’attenzione dei responsabili della politiche regionali. Le riassumiamo brevemente:

mantenimento della proprietà e dell’uso pubblico del complesso come pilastro fondamentale

collocazione di ambulatori della ASL RM3 oggi in sedi inidonee e con costi di affitto elevati

apertura di una RSA pubblica e di una casa di Comunità da definire per dimensione e tipologia

attività sociali e culturali con l’utilizzo di spazi interni (teatri e sale diverse) ed esterni, apertura al pubblico del parco

recupero del Museo anatomico e dei suoi reperti.

Oggi, nel pieno della campagna elettorale per il rinnovo delle rappresentanze regionali, il candidato Alessio D’Amato, assessore alla Sanità uscente della giunta Zingaretti, annuncia nel suo programma il trasferimento dell’Ospedale pediatrico Bambin Gesù , attualmente ubicato al Gianicolo, nella sede del Forlanini. In pratica una dismissione , innanzi tutto della proprietà pubblica del complesso che passerebbe nelle mani dello stato Vaticano, proprietario del Bambin Gesù, con l’effetto della decadenza automatica dei vincoli dei Beni culturali e ambientali.
Niente di più lontano da quanto auspicato in questi anni dai cittadini che immaginavano un rilancio della sanità pubblica e niente di più estraneo a quanto stabilito dalle delibere approvate dalla stessa giunta Zingaretti che, accogliendo le richieste dei cittadini ed un accordo sottoscritto con la cgil, prevedevano nell’area Forlanini l’apertura di una RSA pubblica di nuova concenzione e di una Casa di Comunità per rafforzare le carenze della sanità territoriale, emerse drammaticamente durante la pandemia da Covid 19. Per questo e per molto altro, per evitare questo scenario di smantellamento della sanità pubblica, vi invitiamo a partecipare numerosi alla nostra asemblea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *